HAI BISOGNO DI NOI? APRI UN TICKET!
SPEDIZIONE GRATUITA SOPRA I 299€
SPEDIZIONE GRATUITA SOPRA I 299€
Accedi al mio account
Apri un ticket
Chiamaci ora
Il servizio clienti è attivo dal Lunedì al Venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 17.30. In caso di linee occupate, vi suggeriamo di aprire un ticket e vi richiameremo nel più breve tempo possibile.

22/02/24

Come siliconare il box doccia senza essere idraulico

Idraulico con tuta rossa silicona un box doccia

Presto o tardi, arriva per tutti il momento in cui ci si accorge che la propria doccia avrebbe bisogno di una buona manutenzione. Spesso, infatti, balza all'occhio un dettaglio da non trascurare: il silicone utilizzato nelle giunture e lungo i profili del box inizia a consumarsi .

Impossibile non notarlo: a volte si aprono delle piccole rotture simili a crepebuchi lungo la linea tracciata con il polimero sigillante; altre il materiale si solleva oppure ci si accorge che ci sono delle piccole fuoriuscite di acqua dall'altra parte del bordo.

In qualsiasi modo si presenti la situazione, è opportuno agire al più presto, onde evitare danni più importanti ai muri, al mobilio o alle porte.

Vediamo allora insieme come poter siliconare il piatto doccia e/o le giunture dell’intera struttura, con una guida fai da te passo passo.

Idraulico con tuta rossa silicona un box doccia

Gli attrezzi necessari

Iniziamo con il procurarci il materiale utile per effettuare l'operazione comodamente, in velocità e in sicurezza. Serviranno:

  1. Taglierino
  2. Spatola
  3. Alcool
  4. Solvente o spray per rimuovere il silicone
  5. Carta assorbente o straccio o ovatta
  6. Guanti
  7. Scotch da imbianchino
  8. Una cartuccia di silicone pronto all'uso, con apposita pistola.

Non sempre il prodotto per ammorbidire il vecchio composto è necessario: molto dipenderà dalla situazione di partenza ma ciò si può capire in corso d'opera, come stiamo per scoprire.

Idraulico con tuta rossa posiziona un box doccia

Preparazione delle superfici e rimozione del composto

L'ideale sarebbe smontare le pareti della doccia, in modo da liberare la ceramica completamente e da procedere con un'accurata pulizia, sicuramente più semplice come operazione per chi ha una doccia walk-in. Se però questo non dovesse essere possibile, allora si potrà iniziare direttamente rimuovendo il silicone, aiutandosi con il taglierino o con le mani.

Il consiglio è di procedere molto lentamente, al centro della linea di prodotto, avendo cura di non graffiare la ceramica del piatto doccia; a tal proposito, potrebbe essere utile applicare del nastro adesivo da imbianchino sulle parti vicine all'area su cui operiamo.

Con le dita o con l'aiuto di una spatola, andremo a sollevare e staccare i pezzi del vecchio sigillante, fin dove sarà possibile.
Se dovessero permanere delle tracce, allora in questo caso il prodotto per la rimozione del silicone servirà indubbiamente. Dopo averlo passato come da istruzioni riportate sulla confezione, si dovrebbe ottenere una superficie completamente priva di residui.
Quindi, si procederà pulendo e lavando ogni area, per poi asciugarla accuratamente.

Applicazione del silicone step by step

Prima di iniziare a posare il nuovo prodotto, consigliamo di passare dell’alcool (tramite uno straccio o su ovatta) sui "percorsi" dove andremo ad applicare il sigillante, per sgrassare bene ogni angolo: in tal modo, si avrà la certezza di una perfetta adesione del polimero.

A questo punto prepariamo la pistola inserendo il silicone sanitario che potrà essere trasparente o bianco, in base al gusto personale e all'esigenza di ciascuno.

Idraulico con tuta rossa silicona un box doccia 2

Si procederà a siliconare dal basso verso l'alto, spingendo il grilletto delicatamente per azionare lo stantuffo, fino a fuoriuscita del prodotto dal becco della cartuccia. Preferibilmente, il sigillante andrà applicato nella parte interna del box doccia; agendo solo dall'esterno, si creerà infatti una situazione non ideale, in quanto l'acqua - pur non colando fuori - stagnerà negli anfratti, rendendo l'ambiente ricco di muffe e impossibile da pulire.

Solo successivamente si potrà procedere con l’applicazione anche lungo i bordi esterni.

Rifiniture e pulizia dei residui

È arrivato il momento di utilizzare una piccola spatola che ci aiuterà a "tirare" lateralmente il prodotto in eccesso, in modo da renderlo liscio; questo è importante per due ragioni: anzitutto, sarà più difficile che sporco, acqua e quindi possibili muffe si depositino su una zona senza imperfezioni. In seconda istanza, il risultato sarà gradevole e praticamente impercettibile dal punto di vista estetico, non rovinando il design complessivo.

In questa fase non si dovranno ancora usare detergenti ma occorrerà attendere il tempo necessario all'asciugatura indicato sulla confezione acquistata.

Fatto ciò, il silicone sarà stato ripristinato; per capire se si è svolto un lavoro a regola d'arte, si potrà spruzzare un po' di acqua: se scivolerà tuttavia, allora sarà andato tutto nel migliore dei modi. Se invece penetrerà (anche soltanto in parte) bisognerà provvedere a perfezionare il lavoro chiudendo i piccolissimi buchi che potrebbero essersi formati.

Con un pizzico di buona manualità, l'intera operazione durerà poco meno di due ore. Non è complicato, piuttosto occorre pazienza e precisione.

Naturalmente, se il box doccia fosse del tutto nuovo, si inizierà dalla sgrassatura con alcool, per poi proseguire nei vari passaggi già indicati.

Tuttavia, è prassi che la stesura del silicone durante la prima installazione sia a cura dell'idraulico o di chi sta curando i lavori nel bagno.

Box doccia angolari Parama in contesto arredo bagno moderno