HAI BISOGNO DI NOI? APRI UN TICKET!
SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI A 399€
SPEDIZIONE GRATUITA PER ORDINI SUPERIORI A 399€

20/02/23

Pro e contro doccia walk-in - Blog Parama

Cos'è una doccia walk-in: i pro e i contro per una doccia senza pensieri

La doccia walk-in è una soluzione elegante e di design per il bagno, che elimina la necessità di una porta di ingresso e offre una maggiore apertura e flessibilità nella progettazione dello spazio. Tuttavia, come ogni scelta progettuale, ci sono sia vantaggi sia eventuali svantaggi da considerare quando si sceglie di installare una doccia come quella walk-in. In questo articolo esploreremo i pro e i contro di questa opzione per il bagno, aiutandoti a decidere se la doccia walk-in è la scelta giusta per il tuo bagno.

Il significato di doccia walk-in

La doccia walk-in è una soluzione moderna e contemporanea per il bagno. Nota anche come "doccia aperta", questa tipologia di doccia si distingue per il fatto di avere uno dei lati completamente libero da pareti o porte. Questo concetto di doccia open space elimina gli elementi tradizionali come le porte scorrevoli o battenti, creando un ambiente aperto e visivamente più ampio (guarda per esempio la selezione di pareti doccia walk-in sul nostro sito).

Spesso le docce walk-in sono più grandi rispetto alle docce tradizionali e possono avere funzioni aggiuntive come piatti antiscivolo, sedili e maniglie di supporto. La maggior parte delle docce walk-in sono progettate per essere ad accesso agevole e sono quindi molto utili per gli anziani o per le persone con disabilità motorie.

Ma vediamo ora quali sono i principali pro e contro di questa scelta.

Doccia walk-in vantaggi

La doccia walk-in è spesso la prima scelta di tantissimi proprietari di case, per tutta una serie di vantaggi:

  • Design minimale e continuità materica tra piatto doccia, canalina di scarico dell'acqua e il resto del pavimento, che crea un effetto spa che rende la doccia esteticamente gradevole e in armonia con il resto del bagno. Si consiglia di optare per un vetro temperato di sicurezza, spessore 6-8 mm, provvisto di bordi smussati.
  • Manutenzione minima e facilità di pulizia grazie all'assenza di guarnizioni e cerniere e alla presenza di un'unica parete in vetro. Tuttavia, un possibile problema è rappresentato dalla presenza di calcare che si deposita sulle superfici in vetro, che richiede una pulizia regolare per evitare l'accumulo eccessivo. Meglio quindi privilegiare modelli con trattamento anticalcare integrato.
  • Facilità di accesso, perché consente di entrare e uscire senza ostacoli, rendendola adatta anche per persone con mobilità ridotta o portatori di handicap.
  • Maggiore luminosità, perché la presenza di una parete in vetro amplifica visivamente lo spazio e cattura la luce, rendendo questa soluzione interessante anche per un bagno cieco o scarsamente illuminato.

Doccia walk-in svantaggi


Oltre ai benefici che abbiamo visto dobbiamo anche considerare le possibili "controindicazioni" di questa scelta. Quali possono essere gli svantaggi di una doccia walk-in?
  • Fuoriuscita d’acqua, dal momento che parte della doccia resta aperta. Tuttavia, come vedremo, questo problema può essere facilmente aggirato.
  • L'installazione di una doccia walk-in richiede una tecnica di posa a regola d'arte, per garantire che la doccia sia ben integrata all'ambiente circostante.
  •  In una doccia walk-in, l'ambiente può risultare freddo a causa della differenza di temperatura tra l'acqua della doccia (che esce a una temperatura di 36-37 gradi) e il resto del bagno (che ha una temperatura di 22-25 gradi). Questo può causare una fastidiosa corrente d'aria fredda all'interno dello spazio aperto. Per risolvere questo problema, si possono utilizzare soluzioni progettuali come la creazione di una parete radiante all'interno del box doccia o l'inserimento di un termoarredo nello spazio doccia.

Come non far uscire l'acqua dalla doccia walk in

Anche se la doccia walk-in ha molti vantaggi, ci sono alcuni possibili problemi che possono derivare dalla sua natura di "doccia aperta". Il primo, e più ovvio, è la fuoriuscita d'acqua dall'apertura.

Ora ti starai sicuramente chiedendo come non far uscire acqua dalla doccia!

Il tipo di soffioni doccia e la posizione sono molto importanti quando si progetta una doccia walk-in. Se il soffione è diretto verso l'apertura della doccia, c'è il rischio che l'acqua fuoriesca dalla doccia andando ad allagare il bagno. Per evitare questo problema, è importante utilizzare un soffione a pioggia che indirizzi il getto verso il basso invece di uno a pressione puntato verso il corpo: così facendo si può ridurre di molto la fuoriuscita d'acqua.

Per evitare quindi che il pavimento si riempia di acqua, è importante assicurarsi anche che lo stesso sia livellato con il piano della doccia. Se stai realizzando una doccia a filo pavimento, assicurati che il piano della pavimentazione sia con la giusta pendenza verso lo scarico. Per evitare problemi di allagamento è possibile utilizzare un piatto doccia moderno, a basso profilo, antibatterico e dal design elegante in diversi colori per dare carattere al tuo bagno.

Soprattutto se si progetta una walk-in in un bagno piccolo è importante seguire questi accorgimenti.

Doccia walk in bagno piccolo: gli spazi minimi da considerare

Come abbiamo anticipato a inizio articolo, la doccia walk-in, o "doccia aperta", è caratterizzata da dimensioni maggiori rispetto ai piatti doccia tradizionali.

Qual è, dunque, lo spazio minimo per installare una doccia walk-in? La doccia walk-in di solito ha una forma rettangolare, con una profondità minima di circa 70 cm e una lunghezza di almeno 90 cm. Se si desidera dotare la doccia di una seduta in muratura, la parete dovrà essere lunga almeno 160 cm per permettere un accesso agevole alla doccia. In questo modo, la doccia walk-in sarà più comoda e funzionale.

Per garantire una buona funzionalità della doccia walk-in, l'altezza della parete di vetro dovrà essere di circa 200 cm, quindi non troppo bassa per evitare schizzi d’acqua dappertutto e non troppo alta per favorire una maggiore circolazione dell'aria e lo smaltimento rapido del vapore acqueo. Un buon orientamento del soffione può evitare gli schizzi d'acqua, anche se si installa un modello a soffitto o a cascata. In questo modo, la doccia walk-in sarà più confortevole e pratica da utilizzare.

E quindi anche se una doccia walk-in può essere problematica da inserire in un bagno piccolo, può essere molto utile perché l'assenza di telai facilita la percezione di uno spazio amplificato e open. Una soluzione interessante è rappresentata dalla doccia walk-in in nicchia, oppure dalla walk-in passante, posizionata ad esempio al centro tra l'antibagno con lavabo e la zona dei sanitari, creando una wet room strategica.